banner

Il rooftop vista Duomo di Palazzo Matteotti Dedica Antology

Pochi posti a Milano possono vantare uno scorcio privilegiato sul simbolo della città: il Duomo. Tra queste la nuova Terrazza Latitude 45 di Palazzo Matteotti Dedica Antology, cinque stelle lusso a pochi passi dal Quadrilatero della Moda e dal Duomo stesso. La terrazza, rinnovata da qualche mese dopo un soft opening durante il periodo estivo, si inserisce così a pieno titolo nel carnet d’adresse delle nuove location di grido da scoprire in tutte le stagioni, grazie alla facoltà di essere completamente coperta e riscaldata d’inverno e aperta alle piacevoli brezze primaverili e delle serate estive. L’atmosfera che si respira sembra un po’ ricalcare quello che succede in città: accento cosmopolita, un via vai di lingue e persone, trasformazione continua e modernità. Vi aleggia inoltre un clima quasi coloniale e tropicale, con grandi piante ornamentali a foglia larga, un bancone il cui motivo è ripreso anche nelle sedute in paglia di Vienna e dallo stile art déco, pavimento in tek e un’illuminazione a dir poco suggestiva. Alla luce aranciata che incornicia ogni tavolo con lampade firmate Flos si affianca quella naturale, avvolgente e romantica soprattutto al tramonto, quando le guglie vengono messe in ombra dal caldo colore del Sole calante. Il tocco in più è dato poi dall’allestimento floreale, curato settimanalmente dalla flower designer della struttura e che impreziosisce tutto l’hotel, fin dalla hall.

Aperto agli ospiti dell’hotel e al pubblico che desidera concedersi una pausa esclusiva ma accessibile, il rooftop vanta una doppia anima. Se infatti è molto apprezzata come ritrovo per aperitivi, grazie alla sofisticata lista cocktail, la Terrazza Latitude 45 offre la possibilità anche di pranzare o cenare. In scena la cucina contemporanea, essenziale e gourmet dello chef Maurizio Lai. Le pietanze su cui si posano i riflettori sono mediterranee e influenzate da tocchi più internazionali, con una predilezione per l’Oriente, frutto degli innumerevoli viaggi e esperienze lavorative condotte all’estero negli ultimi anni dallo chef e che lo hanno portato ad esprimere a Milano un concetto culinario dall’ampio respiro e dalla profonda ricerca di materie e abbinamenti. Degli esempi si possono ritrovare nel sashimi di tonno con zenzero marinato; nelle verdure di stagione con composta di pomodoro, papadum (simili a delle chips) di ceci indiane e tofu o nel branzino di lenza al lemon grass in infusione e riduzione, accompagnato da finocchio baby e spinacini.

Non mancano poi chiari richiami alla “culla” di questa proposta culinaria un po’ apolide, e che risiedono nella terra che ha dato i natali a Maurizio Lai, la Sardegna. Regione dalle innumerevoli quanto radicate tradizioni gastronomiche, porta avanti tipicità dalle mille sfaccettature che tra loro differiscono anche di parecchio. Basti pensare alle zone costiere e quindi focalizzate su produzioni marittime anche di nicchia (bottarga, cozze, ricci di mare, aragoste), ad altrettanti prodotti fortemente legati al territorio interno. Il tutto riassunto e riscontrabile in piatti come l’insalatina di fregola (una particolare tipologia di pasta di semola tradizionale sarda) con polpo e ricci di mare ma anche negli spaghetti di grani antichi ai gamberi rossi con cime di rapa e bottarga.

Il risultato sono ricette semplici e raffinate, che non stressano all’estremo ingredienti e sapori e vigilano anche sulla digeribilità, con un occhio di riguardo a proposte veg e gluten free. La formula è poi smart, pensata per soddisfare una clientela vasta e dalle diverse esigenze tipica del mondo dell’hotellerie e delle metropoli. Proprio per la forte sinergia tra bar e ristorante si è pensato così di costruire un menù più flessibile rispetto a quelli canonici, suddiviso in piatti freddi, proposte calde e dessert, ordinabili in porzione classica o in alternativa in formato degustazione. Dopo un aperitivo e stuzzicati da un certo appetito è così possibile ordinare più piatti e condividerli al tavolo, ma anche sedersi e godersi una vera cena a lume di candela con vista Madonnina.

Prezzo medio per la cena €50 euro bevande escluse; prezzo medio aperitivo 15 euro con dry snack e selezione di finger food.

News correlate

La Terrazza Latitude 45 NEWS

05.03.2019 - Terrazza Latitude 45 | Articolo a cura di Alessia Manoli

La Terrazza Latitude 45

Il nuovo rooftop con vista Duomo di Palazzo Matteotti Dedica Antology

Pochi posti a Milano possono vantare uno scorcio privilegiato sul simbolo della città: il Duomo. Tra queste la Terrazza Latitude 45 di Palazzo Matteotti Dedica Antology, cinque stelle lusso di recent...

La terrazza di Palazzo Matteotti NEWS

12.02.2019 - Terrazza Latitude 45 | Articolo a cura di Alessia Manoli

La terrazza di Palazzo Matteotti

Romantico rooftop con vista panoramica sulla Madonnina

Pochi posti a Milano possono vantare uno scorcio simile sul Duomo come la Terrazza Latitude 45 di Palazzo Matteotti, il nuovo cinque stelle lusso a pochi passi dal Quadrilatero della Moda. Situata all...

TAMTAMMILANO®. All rights reserved. Made with love by fleka.

Login